RENOVATIO

RENOVATIO

postato in: Napoli, SemiPro | 0

Un anno di pausa può lasciarti motivazioni?

Vengo dalla vostra generazione, emigranti dal Sud, ragazzi in cerca di occasioni. Colta l’occasione di tornare poi, tornai. Ma nel frattempo il corpo si è raffreddato, pochi incontri ai playground Milanesi sono serviti come la dose minima per il tossicodipendente: ti intossica solo perché ne vuoi di più. Una volta a Napoli ero fatto come Gollum.

Ne ho fatti 30. ma non sul campo.
Età di passaggio, di crisi, di vecchiaia improvvisa o nostalgia dirompente. Lo senti dire ma forse un po’ ci credi. Parli dei tuoi cartoni animati come i migliori senza diritto di replica alcuna ed i dialoghi di Karate Kid o Ritorno al futuro sono mantra da recitare a memoria. I Ciòvani hanno come idoli James, Durant.

Geesoo. ‘ndò cazzo sò Barkley, Petrovic, Malone, Stockton, Williams il cioccolato bianco, Tracy McGrady. Nisba. Nada. E’ frnut a zezzenell. Tieni 30 anni.

image

 

Da Minors è sempre più difficile giocare, le stesse facce sui campi ed i soldi se non te li davano almeno era pace, patta, gioca e basta.

Hai 30 anni commenti la moda dei juniores (quando poi da ragazzino facevi schifo a Sampei), vedi la gente sposarsi random, hai la lacrima facile per i Goonies e Jordan non è un pezzo di stoffa sotto il dito indice puntato su scarpe o cappelli di moda

 

 

 

Crescendo la possibilità di mollare è altissima. Tua, altrui volontà o le condizioni al contorno che siano, è palese che sia più difficile avere costanza, perché l’entusiasmo lascia spazio ad un amore acciaccato dal tempo. Ed una wallera formato Maxibon.

 

Scavi ogni giorno allora…

…Cerchi motivazioni nei ricordi, senti a Loop “He Got Game”, rivedi sul tubo Jordan neanche fosse Emily Ratajkowski  che si butta il latte addosso e ti sorride golosa. Cerchi quante volte la finale in “chi non salta bianco è” e ti ritrovi a fissar l’alley-oop come il tesoro di Willy l’Orbo, tirando su il fiato per l’asma, come Micky nel galeone. Coltivi lo sport anche all’infuori del campo, scopri nuovi modi per amare il basket per non lasciarlo.

Ma da 30enne immaturo o maturo, disoccupato o meno, fidanzato o impalato dalle ragazze, il campo ti fa convergere verso di lui.

E tra le domande e la stanchezza di una giornata, i Km ed i Kitemmuorti in auto e la spia della benza che mi lampeggia in fronte con costanza, il borsone aperto, le scarpe consumate, trovo una squadra e forse due per allenarmi.

Ho fatto 30 da Minors. Non sul campo.

E non ho ancora capito se la pallacanestro mi ha dato più di quanto io ho dato lei.

Se hai lo stesso dubbio, amico lettore, un consiglio:

Continua a giocare.

magic

 

Segui Sam:

Ingegnere, cinefilo e cinofilo, Drazen è per sempre.

Ultimi messaggi

Commenta l'articolo