L’INSOSPETTABILE PROTAGONISTA: ANDRE ROBERSON

L’INSOSPETTABILE PROTAGONISTA: ANDRE ROBERSON

postato in: Analisi, Curiosità, NBA, News | 0

Curry, Green, Westbrook, Durant. Bravi, eh…. anzi fenomenali.

Però i playoff regalano delle storie magnifiche e le più belle riguardano i protagonisti inaspettati, spesso insospettabili.

Andre Roberson è uno di loro. In regular season un ottimo gragario, circa 5 punti di media, nei playoff continua su questa falsa riga salvo migliorare in questa finale di conference in maniera spaventosa le sue statistiche:

FASEMINPTSREBASTSTEAL
Reg. Season22.24.83.60.70.8
Playoff24.65.35.00.71.3
vs GSW26.710.56.51.31.8
GAME 440:26171235

Il boom in gara 4. Se vogliamo fare i malati di statistiche, nessuno da 20 anni aveva prodotto delle cifre simili contro Golden State, ossia 17punti – 12 rimbalzi – 3 assist – 5 recuperi – 2 stoppate (ultimo Chris Webber nel 1996 – 19p/12r/10a/3b/6s).

Ma la cosa ancora più assurda è che Andre Roberson era dei Golden State Warriors!!! Draftato nel 2013 dai MInnesota Timberwolves al primo giro (num 26) viene girato  con Malcom Lee ai Warriors per una scelta futura. I Warriors a loro volta lo cedono ai Thunder per Archie Goodwin, che a sua volta finira con Malcom Lee ai Suns per Nedovic.

Non si può dire che sia un vero e proprio “ex”, ma ogni volta che vedete un traffico di giocatori poco conosciuti tra una squadra e l’altra, sappiate che ci potrà essere il nome che vi decide (o comunque incide!) una finale di conference….

 

Segui Massimo Mele:

Ingegnere

Ingegnere, emigrato, fondatore, giocatore. Ha imparato prima a stoppare che ad usare i congiuntivi a scuola.

Ultimi messaggi

Commenta l'articolo