ESORDIO VINCENTE AL PALARILE

ESORDIO VINCENTE AL PALARILE

postato in: Milano, NBA, SemiPro | 0

GSQSA 68 – DRESANO 57


Prima partita stagionale in casa -anche se siamo alla 4° giornata- e prima vittoria! Mattoncino dopo mattoncino dobbiamo far diventare il “Palarile” il nostro fortino, anche se non sarà per nulla facile.

Partita iniziata con un fragoroso 10a2 per noi, anche se poi, mollate le redini, abbiamo permesso il ritorno degli avversari, che ci hanno rimontato e fatto soffrire per tutto il primo tempo (chiuso 30-29 per gli ospiti).

Jpeg
ignoranza dilagante

La ripresa comincia ad un ritmo infernale. Il nostro ritmo. Difesa asfissiante e contropiede, anche se lo sforzo profuso non è stato restituito in egual maniera in termini di punti. Abbiamo corso un po a vuoto e sbagliato qualche situazione di troppo in campo aperto, che poteva mettere la partita al sicuro ben prima della fine. Nel terzo quarto abbiamo preso vantaggio e nel quarto periodo, nonostante il lavoro sporco degli avversari, il gap di 10 punti è rimasto tale fino a fine partita.

Nonostante la vittoria sia stata importante sia per i 2 punti conquistati in classifica che per l’esordio positivo in casa, c’è ancora molto da lavorare: alcuni errori (specialmente ai liberi) potrebbero condannarci in altre partite. Ridurre il margine di errore e migliorare le scelte sono l’obiettivo principale da raggiungere per la nostra squadra.

Prima di arrivare ai tabellini, introduco la “pagella del man of the match”, che in questa occasione è….

POLE
POLE


MATTEO “POLE” POLETTINI:

La RedBull ha pensato di sostituire il marchio attuale con la sua faccia. Toro da monta, va in penetrazione come nemmeno Rocco Siffredi. Spigoloso come un tetraedo, va in doppia doppia fissa con nasi rotti e sopracciglia aperte.

Riesce quasi ad infortunare un compagno durante il riconoscimento (e questa è una storia vera!). Ha un conto aperto con il muro della palestra, ma siamo sicuri che prima o poi lo tirerà giù a cazzotti.

Entra in conflitto anche con se stesso, e, puntalmente, perde. Peso massimo come sollevatore di polemiche.

Atletismo da maratoneta Etiope, in difesa fa più schermo lui di una protezione solare 50. INARRESTABILE.

Tabellini:

Scarano 5, Valentini 10, Zucca 4, Anitrano, Pinto2, Scala 4, Castrignano 13, Mele 15, Polettini 12, Bassetti 2, Diop 1, Sgrò 0.


Segui Massimo Mele:

Ingegnere

Ingegnere, emigrato, fondatore, giocatore. Ha imparato prima a stoppare che ad usare i congiuntivi a scuola.

Ultimi messaggi

Commenta l'articolo