“DITE AD ANDRE CHE NE METTO 50”

“DITE AD ANDRE CHE NE METTO 50”

postato in: Aneddoti, Curiosità, History, NBA, Stories | 0

Il virgolettato dell’articolo è solo l’epilogo della storia. Una storia ambientata nel 2005, che vede come protagonista Kobe ed (Andre) Iguodala.

Il racconto è venuto fuori da una intervista fatta dopo gara 6 ad Andre Iguodala -MVP delle finali 2015- che si è rivelato determinante per la sua squadra, con un paio di giocate difensive su Durant e Westbrook nel finale di partita:

Iggy vs KD & Russ

 

La domanda posta ad Iggy era se questo fosse il momento più alto della sua carriera difensiva. Iggy risponde con un secco “Kobe in his prime” ossia Kobe nel suo momento più alto.

Parliamo del 2005, in particolare dell’11 novembre. I due si incontrano da avversari, Iggy vestiva la maglia dei 76ers per il secondo anno, e Kobe fu costretto ad un misero 7/27 dal campo, per “soli” 17 punti. Andre ricorda di essere fiero di essere finito “in prima pagina”, e grazie a questa performance difensiva, ha guadagnato il rispetto ed i complimenti di Phil Jackson, che disse:

“it was the best he’d seen someone defend Kobe

La parte succulenta della storia arriva adesso, ed è quello che Iguodala spera non si ripeta stanotte contro KD e Russ.

Nello stesso anno della super-performance difensiva, quando i 76ers andarono in casa Lakers, Kobe andò a cercare Iguodala nello spogliatoio. Non trovandolo, gli lasciò un messaggio…

Tell Andre 50 tonight

“DITE AD ANDRE CHE NE METTO 50”. Iguodala stesso ci racconta come è andata a finire quella sera:

48.

 

Segui Massimo Mele:

Ingegnere

Ingegnere, emigrato, fondatore, giocatore. Ha imparato prima a stoppare che ad usare i congiuntivi a scuola.

Ultimi messaggi

Commenta l'articolo