AGGIORNAMELE FANTASY NBA: Power Ranking Ignorante (4/4)

postato in: Fantasy | 0

Concludiamo questa nostra rubrica ignorante, con la presentazione delle ultime quattro squadre del fantasy NBA di AGGIORNAMELE.


CAPOVERDE ROLLING PAPER

Ettore Regina

regina
Regina

Sbarcato a Mazara del vallo con un gommone, nel lontano 1998, insieme alla sua famiglia in cerca di fortuna qui in Italia, trascorre la sua infanzia in un  CPA in Sicilia, per poi stabilizzarsi a Napoli. La fortuna per “ettorino” arriva cinque anni dopo, quando conosce il rosso ( Celentano ndr), e che fortuna…. I due si piacciono da subito, note sono le loro sfide a spadaccino dopo gli allenamenti, fanno finta di odiarsi ma in realtà sono fatti l’uno per l’altro. El Torito è al secondo fantasy, l’anno scorso da rookie arrivò alla finalissima perdendo con i futuri campioni dei Montrò (dopo aver a lungo lottato con questi ulitmi per il primo posto anche in Regular Season ). Quest’anno la lottery gli aveva riservato la chiamata numero uno, poi grazie a una delle celebri ” cupolate ” del rosso – probabilmente geloso – che ha rimischiato tutta la lottery, gli ha fatto prendere la chiamata numero 8. Con un colpo di scena, ha deciso di prendere Paul George. Un vero rischio, dato che viene da un anno di stop per via del terrbile infortunio alla tibia con Team USA. Al secondo giro prende una sua scoperta, Whiteside, infatti fu lui a consigliarlo ai Miami Heat la passata stagione. Nel reparto P decide di puntare su Brandon Knight e C.J. Mc Collum. Ottimo il reparto B che oltre ad avere il sopra citato Whiteside, ha anche Valanciunas e Faried, due ottimi giocatori in termini di fantasy point. La squadra sembra essere completa, un po’ di incognite ci sono nel reparto W, ma se George è quello di prima, i P.O. sono un obiettivo ampiamente alla portata della franchigia. NEGRO!

Power Ranking 3/5

Ranking 3-5

ETTORE TEAM


LOS MANGOS MUNGITORS

Davide Mangani

mango
Mango

Fatti mandare dal Maaango a mungere il Latte. Gianni Morandi gli deve ancora i diritti d’autore per questa canzone. Amante del latte, è emigrato in Svizzera pur di vederne in quantità industriale, lui però nega sempre e dice di essere lì come ricercatore. Uno dei membri della prima ora di questo fantasy, sempre presente nelle discussioni, e molto disponibile ad accogliere le opinioni altrui, soprattutto quando finiscono con ” Davide hai ragione “. Nelle passate edizioni ha sempre ben figurato fermandosi sempre in semifinale. Purtroppo gli infortuni hanno sempre martorizzato il suo roster, quindi quest’anno ha deciso di prendere giocatori che negli anni passati, non ne hanno mai sofferto. Scelta numero sette al primo giro, un giocatore affidabile al 100% Chris Paul, protagonista della vittoria dei Montrò. Ottima chiamata. Al secondo giro Jimmy Butler M.I.P. della passata stagione, che sarà chiamato alla conferma dei progressi fatti vedere lo scorso anno. Da segnalare alla numero 44 il colpo Paul MIllsap, e alla 138 Luol Deng. Non sarà semplice ripetere i risultati delle stagioni precedenti, ma se gli infortuni non faranno visita alla franchigia elvetica i Mungitors hanno tutte le carte in regola per disputare un’ottima stagione. INJURY PRONE!!!

Power Ranking 4/5

Ranking 4-5

MANGO TEAM


MONTERUSCELLO BURNING FIELDS

Alessandro Amodio (descrizione a cura di Davide Mangani)

amo
Amodio

Il grande Alessandro Amodio dopo due stagioni tormentate ha finalmente fatto il botto. L’uomo che può giocare tutti i ruoli, dal play al centrotavola, ha finalmente costruito una squadra competitiva che salvo moria delle vacche dovrebbe poter arrivare fino in fondo. Nel reparto Play ha giocatori normali ma costanti come Kemba Walker e un DJ Augustin in crescita da quando gioca contemporaneamente con Westbrook. In ala si affida al rinato Melo: anche lo scorso anno lo aveva preso salvo poi scambiarlo, una volta rotto, a discapito di un ignaro Mele che per quella mossa vinse il premio pollo del mese non convertito in pollo dell’anno solo a causa della presenza dell’imbattibile Pollo amadori 10+ Martino Testa nel gruppo. Oltre a melo troviamo un’inarrestabile GIANNIS AN-TE-TO-KO-NOTO-KO-NOUMPPPO (come lo pronuncia lui con fare orgoglioso) il quale ha iniziato questa stagione con medie stratosferiche. Completano il reparto l’esperienza del sempreverde Ginobili (preziosissimo al fantabasket), Trevor Ariza e Alec Burks. Ma il grande punto di forza fin’ora è stato l’inarrestabile reparto lunghi con Drummond che viaggia praticamente a 20+20 ad allacciata e il rookie delle meraviglie Towns che bruciando ogni tappa è gia diventato punto fermo dei giovani Wolves. Importanti in una stagione lunga e SICURAMENTE (grattati..) piena di infortuni, saranno anche i solidi Noel e Pachulia alle loro spalle.

Insomma, una squadra profonda come la gola di Linda Lovelace e pronta per portare il magico Amodio finalmente ai piani alti del fantabasket. Tral’altro, dopo la vittoria del fratello lo scorso anno (in veste di GM), la sfida in famiglia diventa infuocata e i due continueranno per tutta la stagione a sabotarsi le password e le lineup a vicenda in pieno Caino e Abele style. Chiudo con la sua promessa ai tifosi : “Se vinciamo vi prometto più galline per tutti!”….e noi gli crediamo! STRABORDANTE.

Power Ranking 5/5

AMODIO TEAM

 


SQUIRTA MILANO

Massimo Mele

mele
Mele

Non potevamo non finire questa rubrica con lui. L’inventore di questa follia. Il Re del trash talking. Il KG di Monte Donzelli. Uno sempre informato sull’NBA. Così informato che l’anno scorso accettò una trade prendendosi Carmelo Anthony, senza sapere che di lì a poco si sarebbe operato al ginocchio. MASSIMOOOOOOO MELAAAAAA. Al primo giro ha la chiamata numero 12 e decide di prendere Jeff Teague, scelta molto discutibile. Secondo giro LaMarcus Aldridge, volto nuovo dei ” suoi Spurs. Buona scelta ma in un sistema come quello di San Antonio, difficilmente Lamarcus ripeterà le stagioni di Portland. Il reparto W è affidabile con DeRozan e Kevin Martin sugli scudi. Dovrà lottare duro per poter raggiungere un posto nei tanto ambiti P.O.! IPer concludere è grazie a lui, se questo gruppo di sfigati ha trovato finalmente qualcosa da fare nella vita e sentirsi importante. E soprattutto poter dimostrare, che le nottate davanti alla tv a seguire l’NBA siano servite a qualcosa. INFORMATISSIMO!

Power Ranking 2/5

Ranking 2-5

MELE TEAM


 

Segui Alessandro Amodio:

Amante del cibo e malato di basket, dalla prima divisione all'NBA.

Commenta l'articolo